darioguardino - InEsergo

Title
Vai ai contenuti
ARTICOLI MENO RECENTI

La vacuità dell’ indispensabile

Il teatro e la fantasmagoria della modernità

Eterno Don Giovanni

Pulsioni e desideri dietro la maschera del seduttore

Il caso Zanfretta

L’odissea di un uomo sequestrato dal mistero

Siamo fatti di musica

Il valore delle note nel paese dove l’arte è divertimento

Robert Johnson

Le sei corde del diavolo

Il dramma è donna

Antigone e Didone, antiche eroine della modernità

Ridevamo per l’aneddoto

L’Estetica bianca di Lucio Battisti e Pasquale Panella

Paolina

"Invecchiando si perdono molte cose che, prima, ignoravamo di avere" (Carlo Gragnani)

Il palco è nudo

L’agonia del teatro nell’epoca del distanziamento a comando

Alla ricerca del proprio ritratto

L’accettazione del diverso tra cinema e psicanalisi

Ponte Morandi: la verità è un anelito a prezzo di costo

Genova vuole credere nella giustizia. Genova vuole rispetto per i suoi morti. Genova chiede la Verità.
Dario Guardino
10 Giugno 2021 - Storie
Sicilia, isula d’amuri
Istantanee di un siciliano innamorato
Sicilia, mia terra d’origine, alla quale devo tutto ciò che sono, nel bene e nel male.
Sono uno dei tanti emigrati che ha lasciato l’isola per mettersi in gioco, conoscere una nuova realtà e - perché no - per uno spiccato spirito di contraddizione. Ma soprattutto per una scelta che rifarei ancora adesso.[...]
01 Maggio 2021 - Attualità
Siamo fatti di musica
Il valore delle note nel paese dove l’arte è divertimento
La musica influenza da sempre le nostre vite. Studi scientifici hanno documentato come e quanto le note possano apportare benefici evidenti su persone affette da depressione o da disturbi del sonno. Innegabile come l’arte dei suoni favorisca la socializzazione, abbia la capacità di modificare in meglio l’umore [...]
25 Marzo 2021 - Libri
Americano, tra gotico e sogno
L’esordio letterario di Arianna Farinelli e il falso mito del sogno americano
Nell’immaginario collettivo gli USA sono sinonimo di una marea di icone, luoghi comuni, simboli, gadgets. Come non pensare al Ponte di Brooklyn (set cinematografico per eccellenza) con la sua “gomma del ponte”, all’aria condizionata a palla ovunque nei mesi estivi, a Starbucks, al 4 luglio, alla zucca di Halloween, agli immigrati in cerca di fortuna [...]
21 Febbraio 2021 - Cinema
Terrence Malick: la Grande Bellezza
L'albero della vita del regista statunitense
Abbiamo un bisogno ancestrale, disperato, di bellezza: che sgorghi dal solco di un vecchio giradischi, dalla rifrazione dei raggi solari che generano infinite istantanee di luce naturale, oppure ancora dalla sequenza di un film talmente frastornante nella sua messinscena da darci l’illusione di essere stata girata con la tecnica dello slow motion [...]
31 Gennaio 2021 - Musica
Stevie Ray Vaughan, l’ultimo blues hero
A ritroso nella carriera di uno dei più grandi bluesman della storia
Scrivere qualcosa su Stevie Ray Vaughan equivale a riaprire una ferita che non mi si è ancora rimarginata, né mai si rimarginerà. Correva l’anno 1994 quando mi recai con mio padre nel negozio di strumenti musicali più in voga allora a Palermo. Con noi era presente Nino, a quell’epoca mio insegnante di chitarra [...]
14 Gennaio 2021 - Storie
Ritorno agli anni '80
Sulle ali della nostalgia tra musica, sogni e televisione
Correva l’anno 1983, la voglia di vivere e divertirsi era alle stelle e l’ottimismo dilagava tipo fiume in piena, come lasciava chiaramente intendere questo inciso tratto da Un Sabato Italiano di un emergente Sergio Caputo, romano di nascita ma milanese d’adozione. Una canzone che era una sorta di perfetta istantanea Polaroid [...]
21 Dicembre 2020 - Cinema
Giuseppe Tornatore, l'eterna dicotomia tra sogno e illusione
Itinerario prospettico tra alcuni capisaldi del cinema italiano
Da fan della prima ora mi accingo a scrivere con convinzione ed entusiasmo un pezzo su Giuseppe Tornatore, mio conterraneo e regista che ritengo una delle personalità più interessanti del cinema italiano tout court. Mentre lo faccio, vengo letteralmente travolto dalle note della colonna sonora del film La leggenda del pianista sull’oceano. [...]
29 Novembre 2020 - Musica
Eddie Van Halen, l’essenza del rock
Retrospettiva a poche settimane dalla morte di uno dei più grandi chitarristi elettrici di tutti i tempi
«Quando ho sentito “Eruption”per la prima volta alla radio sono rimasto a bocca aperta, come quando ho sentito Hendrix da bambino. L’ho sempre considerato il più grande della mia generazione di chitarristi che è venuta dopo i giganti come Hendrix, Page, Beck, Clapton. Suonava sorridendo [...]
19 Novembre 2020 - Cinema
Il cinema destabilizzante di Yorgos Lanthimos
Tra incubi e distopie, viaggio nella filmografia di uno dei più quotati cineasti contemporanei
“Mi piace costruire film in un modo che li faccia sentire un po' a disagio, ma almeno saranno in grado di goderne, ne saranno intrigati e inizieranno a capire il significato delle cose. E, si spera, nel momento in cui arriveranno alla fine, avranno un forte desiderio di continuare a pensarci”. [...]
18 Marzo 2020 - Attualità
La vita ai tempi del Covid-19
Echi di resilienza dalla frontiera lombarda
Questo scorcio di inverno 2020 resterà inesorabilmente nelle menti e negli occhi di tutti per l’epidemia, successivamente definita dall’OMS pandemia, causata dal Covid-19. Non sono un virologo, né tantomeno un medico o un esperto nel settore sanitario. Tuttavia, l’ipotesi che si tratti di una “semplice influenza” appare ormai da scartare in toto. [...] [continua a leggere]
11 Dicembre 2018 - Cinema
Bohemian Rhapsody
I Queen letti, rivisti e interpretati da Brian Singer
Dopo una serie interminabile di traversie Bohemian Rhapsody, discusso biopic sui Queen, è finalmente in proiezione nelle sale cinematografiche italiane. Era infatti dal 2010 che stava in cantiere un film sulla Regina. Sono cambiati registi, attori, produttori, fin quando nel 2015 la New Regency e la GK Films presero il comando delle operazioni assumendo [...] [continua a leggere]
24 Settembre 2018 - Cinema
Dario Argento
Master of horror
Retrospettiva a tutto tondo sul cinema, le allucinazioni e gli incubi del regista cult che il mondo ci invidia
Ho pensato di introdurvi al cinema argentiano raccontandovi un curioso aneddoto, corrispondente alla mia “iniziazione” anche con il genere. Correva l’anno 1988, erano da poco scoccate le 22:30 e non avevo affatto sonno. Facendo zapping, avvolto dal buio della sala, mi imbattei in Phenomena, il film di Argento che credo di aver amato maggiormente. [...] [continua a leggere]
Torna ai contenuti