Storie - InEsergo

Title
Vai ai contenuti
ARTICOLI MENO RECENTI

Arte versus transumanesimo

La sfida finale tra l’essere umano e i suoi epigoni

La genesi di un mito in celluloide

La genesi di un mito in celluloide

Come arance a orologeria

La psicopatia del controllo (negato) nel cinema di Stanley Kubrick

Iniziò con la paura

Dialogo immaginario tra un nonno e un nipote nel tempo dell'emergenza infinita

Specchio riflesso

Come stai? Se vuoi saperlo davvero guardami negli occhi

Nella pineta

L'esito surreale di un litigio ai bordi del mondo

Non sono razzista, ma...

Il nuovo mantra della Destra radicale

I luoghi del teatro

Un’indagine su cosa realmente definisca gli spazi del teatro

A spasso tra i pianeti interiori

Il viaggio multisensoriale di Elisa Montaldo nel nome della musica

Due suoni

Echi di vita di un vecchio citofono

Ponte Morandi: la verità è un anelito a prezzo di costo

Genova vuole credere nella giustizia. Genova vuole rispetto per i suoi morti. Genova chiede la Verità.
STORIE
14 Novembre 2021 - Storie

Il signor Greyson e la difficile convivenza tra vivi e non morti
 
Finire i colpi
 
Tutto cominciò un giorno come tanti; un lavorativo senza dubbio. Era il dopopranzo, una miriade di gente occupava i tavolini del bar lungo il fiume. Coppie più e meno giovani sorridevano davanti al caffè. Usciti dall'ufficio, gruppi di colleghi si allentavano la cravatta, ridevano; qualcuno semplicemente appoggiava la giacca alla sedia accanto e si godeva il sole in silenzio. C'era di che ringraziare la vita, quel giorno. E in fondo lo sapevano; lo sentivano lì, in sottofondo al silenzio, alle chiacchiere o alle polemiche improvvisate. In mezzo ai succhi d'arancia e ai calici macchiati di rosso, con i camerieri che venivano a portare il conto sorridenti. Erano felici e fortunati. Per breve che fosse, quel momento era loro: c'erano dentro. Erano in prima fila a teatro. E infatti lo spettacolo iniziò.

Di lì a poco, in mezzo al mosaico di tavoli, qualcuno si alzò in piedi, esitando, e indicò il fiume lì accanto. La voce passò veloce tra i tavoli, il chiacchiericcio divenne mormorio; tutti si misero a guardare l'acqua, finché, entro un minuto, nessuno ebbe più voglia di ridere o parlare. Dal fiume iniziava a scendere a valle una quantità impressionante di corpi galleggianti. Scendevano isolati, a volte; altre a gruppi; e siccome la corrente non era forte, restavano per un bel po' a vista prima di sparire dietro l'ansa del fiume.

Erano di tutte le età e di entrambi i sessi. A giudicare dai vestiti, dovevano essere stati dei poveracci. Qualche anziano miserabile si riconosceva dai capelli bianchi che fluttuavano sull'acqua in modo scomposto. La folla degli spettatori tratteneva il respiro, qualcuno piangeva a dirotto. Nessuno se ne andò prima che la fine del giorno impedisse di distinguere alcunché. [...]
07 Novembre 2021 - Storie

La rovesciata
Una storia improbabile ma accaduta sul serio
Se fosse un servizio della Rai quasi sicuramente il sottofondo musicale sarebbe La Leva Calcistica della Classe ‘68 di De Gregori, le inquadrature si muoverebbero su un campo polveroso di periferia con i bambini che giocano di spalle e una voce fuori campo a commentare con tono tra il patetico e il retorico.

Se fosse una puntata di Sfide il sottofondo sarebbe sempre uguale ma si parlerebbe degli inizi di un certo campione [...]
17 Ottobre 2021 - Storie

Iniziò con la paura
Dialogo immaginario tra un nonno e un nipote nel tempo dell'emergenza infinita
“Iniziò con la paura”. Nonno Alfredo sembrava diverso quel pomeriggio. Sprofondato nella poltrona di casa, la schiena poggiata sul morbido feltro, frugava la stanza con gli occhi come in cerca di un particolare inaspettato. Alfredo Corinzi era un uomo tenace, anche se corrugato dagli anni.

“Cosa intendi nonno? Tutti abbiamo paura di qualcosa, è normale”. Giuseppe era fatto così. Lo chiamavano Beppino quasi fosse il titolare di una rinomata trattoria dell’entroterra. [...]
26 Settembre 2021 - Storie

Nella Pineta
L'esito surreale di un litigio ai bordi del mondo
L'auto aveva fatto un bel viaggio; lo si vedeva dalle tante macchie fresche sul parafango. E chi la guidava non doveva essere del luogo, perché per arrivare fin lì c'era una comoda strada asfaltata che, evidentemente, non era riuscito a trovare. Il mezzo si inoltrava con passo sempre più cauto man mano che avanzava, come un animale in un territorio ignoto, finché non incontrò uno spiazzo non largo che dovette sembrare l'unico buono per fermarsi. Ma non scese nessuno. Per dieci minuti l'auto rimase così, a motore acceso e con i fanalini [...]
22 Agosto 2021 - Storie

Due suoni
Echi di vita di un vecchio citofono
Non importa quanti anni abbia, non faccio caso al tempo che scorre; preferisco focalizzare l’attenzione su alcuni piccoli, apparentemente insignificanti particolari. Anche io ho una voce, stridula, sommessa, prolungata. Il tono dipende dai momenti, dalle circostanze.

So molto di voi, delle vostre vite; vi osservo di soppiatto arrivare da lontano, dall’incedere dei passi riesco quasi a percepire la vostra indole. La mia natura è vivere nell’ombra, fa parte della mia routine. [...]
08 Agosto 2021 - Storie

L’incredibile storia del signor Yamaguchi
L’uomo che sopravvisse due volte alla bomba atomica
“Le uniche persone che dovrebbero poter governare i paesi con armi nucleari sono le madri, quelle che stanno ancora allattando i loro bambini”
Tsutomu Yamaguchi

Molti guru dell'autorealizzazione affollano i social e li riempiono di teorie e dogmi e sostanzialmente ci dicono tutti quanti che la fortuna non esiste, che è l'uomo a fare la sua fortuna come peraltro recita un proverbio latino che non citerò perché non conosco [...]
17 Luglio 2021 - Storie

Fuori tempo
Trattato fuori stagione sul Capodanno. Con storia annessa
Il Capodanno è una grande invenzione. Ci pensate? Anziché tormentarsi continuamente, come la nostra specie tende a fare per natura, qualcuno (lode a chi l'ha fatto) ha pensato che forse sarebbe stato meglio farlo un solo giorno all'anno, un solo giorno per tutte queste scomode esigenze: riflessioni su tempo ed esistenza (per i più inquieti), bilanci personali, relazionali o di natura prettamente economica (va bene tutto); progetti futuri (in tre fasi: “grandi speranze”, “miraggi di cambiamento”, “accettazioni forzate di come si è [...]
04 Luglio 2021 - Storie

Perso a Urlapicchio

10 Giugno 2021 - Storie

Sicilia, isula d’amuri

23 Maggio 2021 - Storie

Lo stagno delle ninfee

16 Maggio 2021 - Storie

Quasi illeggibile

28 Aprile 2021 - Storie

Robert Johnson

14 Aprile 2021 - Storie

21 Marzo 2021 - Storie

Quel giorno che Van Basten abbatté l’Unione Sovietica
17 Marzo 2021 - Storie

Miyazaki, Nausicaa e il Mar Marcio in noi
28 Febbraio 2021 - Storie

Centrale elettrica

14 Febbraio 2021 - Storie

Verso il centro dell’Universo senza mai un battito d’ali
10 Febbraio 2021 - Storie

Stuart Sutcliffe, la storia del Beatle perduto
20 Gennaio 2021 - Storie

Il culto del Cargo

14 Gennaio 2021 - Storie

Ritorno agli anni '80

27 Dicembre 2020 - Storie

16 Dicembre 2020 - Storie

Jim Morrison e i Doors: un'allegoria dionisiaca
25 Novembre 2020 - Storie

Mare o Montagna? (O prateria?)

25 Ottobre 2020 - Storie

Primavera, estate, autunno, inverno... e ancora primavera
17 Settembre 2020 - Storie

L'arcobaleno di Mogol-Battisti

28 Luglio 2020 - Storie

Giordano Bruno, pensieri in fiamme

30 Maggio 2020 - Storie

Gustavo Rol, la possibilità dell'impossibile
10 Febbraio 2020 - Storie

Max Calderan, la forza dentro

22 Aprile 2019 - Storie

Ancora cinque secondi

11 Aprile 2018 - Storie

La sfera dei Betz

29 Marzo 2018 - Storie

Carter l'uragano, di fiamme e salvezza
16 Marzo 2018 - Storie

Roberto Maini, detto ‘Gola Secca’

16 Febbraio 2018 - Storie

La storia di Lampo, il cane viaggiatore
Torna ai contenuti