Musica - InEsergo

Title
Vai ai contenuti
ARTICOLI MENO RECENTI

En attendant l’Absurde… Ma è (di nuovo) qui

Il ciclico ritorno del Teatro dell’Assurdo

Quei giovani ribelli quasi ottantenni

Il tramonto della canzone di protesta nell’era della “nuova normalità”

Lo stagno delle ninfee

Il giorno che Monet precipitò dentro a un suo dipinto

Quasi illeggibile

Un uomo, poco influenzato dal mondo, scelse di possedere solo il presente dei suoi passi. Un altro, troppo influenzato dal mondo, intuisce a modo suo la straniante vastità del presente

La vacuità dell’ indispensabile

Il teatro e la fantasmagoria della modernità

Eterno Don Giovanni

Pulsioni e desideri dietro la maschera del seduttore

Il caso Zanfretta

L’odissea di un uomo sequestrato dal mistero

Siamo fatti di musica

Il valore delle note nel paese dove l’arte è divertimento

Robert Johnson

Le sei corde del diavolo

Il dramma è donna

Antigone e Didone, antiche eroine della modernità

Ponte Morandi: la verità è un anelito a prezzo di costo

Genova vuole credere nella giustizia. Genova vuole rispetto per i suoi morti. Genova chiede la Verità.
MUSICA
27 Maggio 2021 - Musica

Il tramonto della canzone di protesta nell’era della “nuova normalità”
 
Quei giovani ribelli quasi ottantenni
 
“La musica leggera e tutta la musica destinata al consumo [...] sembra che sia direttamente complementare all'ammutolirsi dell'uomo, all'estinguersi del linguaggio inteso come espressione, all'incapacità di comunicazione. Essa alberga nelle brecce del silenzio che si aprono tra gli uomini deformati dall'ansia, dalla routine e dalla cieca obbedienza [...] Questa musica viene percepita solo come uno sfondo sonoro: se nessuno più è in grado di parlare realmente, nessuno è nemmeno più in grado di ascoltare [...] la potenza del banale si è estesa sulla società nel suo insieme”.
Theodor W. Adorno, “Il carattere di feticcio della musica e la regressione nell’ascolto”, 1938

Così si esprimeva il filosofo, musicologo e sociologo Theodor W. Adorno all’alba della Seconda guerra mondiale. Anche se in quel periodo la canzonetta era davvero standardizzata e banale e il jazz offriva una produzione di serie, edulcorata, è difficile fugare l'impressione che Adorno abbia condannato la popular music tout court, senza distinzioni. Dovevano ancora sopraggiungere gli anni in cui la musica di consumo avrebbe assunto una forma socialmente impegnata, al punto da essere elevata, a posteriori, a strumento di indagine della realtà.

Decise avvisaglie della valenza comunicativa della musica le abbiamo sul finire degli anni ‘50 negli Stati Uniti, in un’America dove vigono ancora leggi che discriminano duramente i neri, che negano loro i più elementari diritti civili e si sviluppa un ampio movimento di protesta di cui Martin Luther King rappresenta solo la punta dell’iceberg. Alcuni musicisti jazz di quel periodo si fanno portatori di un messaggio che induce a una riflessione sociologica. Nel 1960 il batterista Max Roach incide Freedom Now Suite, contributo alla lotta di liberazione del popolo afroamericano. Nel 1965 Archie Sheep, noto per le sue posizioni afrocentriche, registra Malcolm, Malcolm Semper Malcolm, che inizia con la recitazione di una poesia dedicata al grande leader nero Malcolm X. Nel 1959 Charles Mingus scrive il pezzo Fables Of Faubus (una delle sue più importanti composizioni) per inserirlo nell'album Mingus Ah Um, ma l’etichetta discografica [...]
29 Marzo 2021 - Musica

Ridevamo per l’aneddoto
L’Estetica bianca di Lucio Battisti e Pasquale Panella
29 settembre 1994, forse una coincidenza forse no. L’ultimo album di Lucio Battisti esce proprio il giorno incastonato nel titolo di uno dei suoi più grandi successi. Dalla 29 settembre firmata con Mogol sono passati oramai quasi trent’anni e di quel Battisti non v’è più alcuna rimembranza: l’Hegel scritto con Pasquale Panella è l’album che vende di meno, il più ostico e algido. Il quinto bianco, la chiusura del cerchio: la demolizione del mito battistiano, la dissoluzione della forma canzone tradizionale in un flusso incessante di parole e musica, lo scollamento tra versi [...]
29 Marzo 2021 - Musica

Non è un articolo per nostalgici
Fisicità e liquidità, l’oggetto disco e il valore della musica
Se mi immaginassi all’interno di un’elegante barca a vela, da “navigato” (è il caso di dirlo) musicista, nell’arredo non mancherebbe un ottimo impianto di alta fedeltà, o Hi-Fi, così come non potrebbe mancare una selezionata playlist musicale per delle stupende giornate in barca, magari al largo delle isole Cicladi nel mare della Grecia e poi verso Creta, l’isola che porta indietro nel tempo all’antica civiltà minoica. Al ritorno da questo ipotetico viaggio le immagini rimaste impresse scorrerebbero nella mia mente come incise sul nastro della bobina di un vecchio registratore [...]
31 Gennaio 2021 - Musica

Stevie Ray Vaughan, l’ultimo blues hero
A ritroso nella carriera di uno dei più grandi bluesman della storia
Scrivere qualcosa su Stevie Ray Vaughan equivale a riaprire una ferita che non mi si è ancora rimarginata, né mai si rimarginerà. Correva l’anno 1994 quando mi recai con mio padre nel negozio di strumenti musicali più in voga allora a Palermo. Con noi era presente Nino, a quell’epoca mio insegnante di chitarra: non sapevo nulla riguardo alla sei corde elettrica e Nino mi aiutò nella scelta del primo strumento. Il blues sarebbe diventato presto il nostro argomento prediletto. Mi suggerì di acquistare, tra i tanti, alcuni cd di B.B.King e tutta la discografia [...]
29 Novembre 2020 - Musica

Eddie Van Halen, l’essenza del rock
Retrospettiva a poche settimane dalla morte di uno dei più grandi chitarristi elettrici di tutti i tempi
«Quando ho sentito “Eruption” per la prima volta alla radio sono rimasto a bocca aperta, come quando ho sentito Hendrix da bambino. L’ho sempre considerato il più grande della mia generazione di chitarristi che è venuta dopo i giganti come Hendrix, Page, Beck, Clapton. Suonava sorridendo, una cosa importante perché all’epoca i chitarristi erano tutti smorfie, ringhi e pretenziosità. Per anni ho pensato che l’arte della chitarra fosse in pericolo, perché stava imboccando una strana strada. Improvvisamente è arrivato [...]
15 Novembre 2020 - Musica

Nessun uomo è un'isola
Dall’isola di John Donne alle isole dei King Crimson, tra musica e poesia
“Nessun uomo è un’isola
Completo in se stesso
Ogni uomo è parte della terra
Una parte del tutto”
John Donne, Meditation XVII

È il 1623 quando il poeta inglese John Donne scrive la Meditazione XVII, meglio nota come No Man Is An Island. La prematura scomparsa della figlia Lucy e l’insorgere del tifo lo spingono all’introspezione profonda e alla ricerca del senso ultimo [...]
01 Novembre 2020 - Musica

Il cinema di Samuele Bersani
Dieci cortometraggi per "Cinema Samuele", un ritorno che profuma di capolavoro
Il tuo ricordo trova un buco nella rete, si infila dentro il mio cervello e fa il padrone. Samuele Bersani è tornato. Sette anni da Nuvola numero nove, sette anni che sembrano infiniti, un collasso spaziale, uno scherzo di tempo. Il mondo, intanto, continua a cambiare. Sempre più frenetico, la musica è un ossimoro di accidentale noncuranza. Tutti un po’ assuefatti, e pure narcotizzati dall’esistenza. En passant, che la vita è fugace e latrina per cani. Ma c’è un cinema che non teme coprifuoco o chiusure anticipate. [...]
26 Settembre 2020 - Musica

Chiedi chi era Janis Joplin

30 Agosto 2020 - Musica

Il tango dei Matia Bazar

05 Luglio 2020 - Musica

I giorni del futuro dei Moody Blues

07  Giugno 2020 - Musica

Io non mi sento italiano

10 Maggio 2020 - Musica

Le Roi Soleil, la Bohemian Rhapsody italiana
09 Aprile 2020 - Musica

Murder Most Foul

29 Maggio 2019 - Musica

Visioni sonore di mondi lontanissimi

02 Gennaio 2019 - Musica

Birkin Tree, un viaggio lungo una vita
25 Dicembre 2018 - Musica

Ella Wishes you a Swinging Christmas
18 Settembre 2018 - Musica

Una gravità che porta in cielo

15 Luglio 2018 - Musica

Il portiere alle soglie della notte

12 Aprile 2018 - Musica

Perché i talent show rovinano la musica e come liberarsene
01 Aprile 2018 - Musica

Quando il rock celebra la Pasqua

18 Marzo 2018 - Musica

Stephen Hawking e i Pink Floyd: un binomio inaspettato
18 Febbraio 2018 - Musica

Il CD è morto, evviva il vinile

Torna ai contenuti