InEsergo

Title
Vai ai contenuti
ARTICOLI MENO RECENTI

La nuova lingua

Laboratori del pensiero per un mondo fluido e precario

Un dialogo

Storia di un incontro mai avvenuto

Il cliente mediano

Una storia di ordinaria uniformità gregaria

Niente di nuovo sul fronte occidentale

L'attualità del capolavoro di Erich Maria Remarque

Questi tempi folli

Deliri e contraddizioni di un’epoca grottesca

La Teoria Polivagale

Dietro le quinte del sistema nervoso autonomo

E' mare il Mediterraneo?

Peripli, transumanze e paradossi per capire dove siamo

Gli zombie del terzo millennio

Tra massificazione del pensiero e predizioni cinematografiche

Il bambino interiore ferito

Ovvero come scoprire (e accettare) i molteplici aspetti della personalità

Ponte Morandi: la verità è un anelito a prezzo di costo

Genova vuole credere nella giustizia. Genova vuole rispetto per i suoi morti. Genova chiede la Verità.
HOME
20 Novembre 2022 - InterEssere

Una bussola per crescere

Emozioni
 
l mio desiderio è la reciprocità; ti chiamo egoista.
Il mio desiderio è la connessione; ti chiamo inaccessibile.
Il mio desiderio è la sicurezza; ti chiamo irresponsabile.
Il mio desiderio è l'accettazione; ti chiamo ottuso.
Il mio desiderio è il calore; ti chiamo freddo.
Desidero ardentemente un senso e ti chiamo superficiale.
Il mio desiderio è l'integrità; ti chiamo maleducato.
Il mio desiderio è la fiducia; ti chiamo inaffidabile.
Il mio desiderio è la cura; ti chiamo insensibile.
Il mio desiderio è l'intimità; ti chiamo sbadato.
Il mio desiderio è la creatività; ti chiamo quadrato.
Voglio che tu mi ascolti e ti chiamo sordo.
Il mio desiderio è l'onestà; ti chiamo falso.
Il mio desiderio è l'incoraggiamento; ti chiamo scoraggiante.
Il mio desiderio è la responsabilità; ti chiamo irresponsabile.
Il mio desiderio è l'autostima; ti chiamo stupido.
Il mio desiderio è il supporto; ti chiamo rammollito.
Desidero così tanto essere notata e ti chiamo cieco.
Karina Hoffman

Osservare senza valutare

Quando ci si trova a gestire un conflitto, o ci si apre semplicemente a un confronto [...]

13 Novembre 2022 - Attualità

La bambina che zittì il mondo per sei minuti
Da Severn Suzuki all’ecologismo moderno
“Venendo a parlare qui non ho un’agenda nascosta, sto solo lottando per il mio futuro. Perdere il mio futuro non è come perdere un’elezione o alcuni punti sul mercato azionario.”
Severn Cullis-Suzuki, giugno 1992

La Gran Becca (Grande Cima in dialetto francoprovenzale) è una splendida pista di sci alpino, all’ombra dell’imponente Monte Cervino. Essa ha una caratteristica particolare: parte in Svizzera, nella località di Zermatt, e finisce in Italia, a Breuil-Cervinia, in Valle d’Aosta. Era stata scelta quest’anno per inaugurare la Coppa del Mondo di sci femminile durante l’ultimo fine settimana di ottobre, con due discese libere, le prime “transfrontaliere” della storia dello sci. [...]
09 Novembre 2022 - IntrEssere

L'Ikigai
Viaggio alla scoperta della propria ragione di vita
Ho scoperto il significato di questa parola alcuni anni fa dopo uno dei numerosi ritiri presso il monastero zen Tosho-ji a Tokyo, quando un’amica giapponese mi chiese quale fosse il mio Ikigai. Ne rimasi immediatamente affascinata.

Ikigai è un termine giapponese e in quanto tale è molto difficile da “tradurre” in italiano: il giapponese, infatti, è una lingua fatta di idiogrammi con molteplici significati complessi. Uno stesso idiogramma può avere più significati e tradurli nella nostra lingua con un solo vocabolo rischia di penalizzare la filosofia che sta dietro a questo interessante concetto.

Ikigai è composto da “iki” (vivere) [...]
06 Novembre 2022 - Cinema

Vatican Girl
La scomparsa di Emanuela Orlandi approda su Netflix
“Desidero esprimere la viva partecipazione con cui sono vicino alla famiglia Orlandi, la quale è nell’afflizione per la figlia Emanuela di 15 anni che da mercoledì 22 giugno non ha fatto ritorno a casa. Condivido le ansie e l’angosciosa trepidazione dei genitori non perdendo la speranza nel senso di umanità di chi abbia responsabilità di questo caso”
Papa Giovanni Paolo II, 3 luglio 1983

“Non smetterò mai di cercarla”
Pietro Orlandi

Dev’essere stato un risveglio particolare quello dei cittadini romani. Pochi giorni fa la Capitale si è ritrovata tappezzata degli stessi manifesti con la foto della ragazza con i capelli lunghi e il cerchietto che il fratello Pietro [...]
02 Novembre 2022 - Storie

Ossessione
Se hai il naso chiuso non leggere Borges
“Ossimoro: figura retorica che consiste nell’accostare due parole contrapposte. Dal greco oxýmoron, composto da oxýs ‘acuto’ e morós ‘ottuso’: l’ossimoro è un ossimoro esso stesso. Esprime qualità inusuali di un concetto […] difficilmente descrivibile altrimenti. Parla alla pancia e al cuore.”
(unaparolaalgiorno.it)

Scrivo ciò che stai leggendo a causa di un raffreddore. Un raffreddore tanto forte da essere tiranno e umile al tempo stesso, privo cioè di corona. L’articolo il davanti a raffreddore e la continua e voluta ripetizione di questo stato alterato di salute, potrebbe rendere meglio l’idea dell’impatto che ha sul sottoscritto. [...]
27 Ottobre 2022 - Musica

La fabbrica di plastica
Un capolavoro senza tempo
Partirei citando alla lettera le parole di un caro amico: “come soldi non ha venduto una fava, è stato un colossale flop. Anche l’idea di una copertina spoglia e semplice non ha avuto successo”.

Facciamo un passo indietro: un giovane cantautore si presenta sul palco dell’Ariston nell’inverno del 1995, classificandosi al sesto posto nella sezione “nuove proposte” con il brano Destinazione paradiso, incluso nell’omonimo primo album. Un sapido arpeggio di chitarra acustica di Massimo Luca introduceva la canzone, donandole un insolito (per il panorama italico) retrogusto country-blues. Il brano, così melodico e poetico, trattava in realtà [...]
23 Ottobre 2022 - Musica

Il modello lavorativo "Wandrè"
Sulle ali di un sogno a sei corde
“Opere di arte pop”, “sculture fruibili per la musica”, “oggetti dotati di anima propria”, “opere ribelli”. Sono le definizioni che lo scrittore Marco Ballestri attribuisce alla chitarra elettrica nelle particolari interpretazioni e rivisitazioni avvenute negli anni ‘60 ad opera di un liutaio italiano, Antonio Pioli, in arte Wandrè.  

Siamo nel luglio 2022, presso il Teatro Miotto di Spilimbergo, una cittadina in provincia di Pordenone.

Sul palco del teatro sono esposte le chitarre oggetto della mostra, sullo schermo un proiettore diffonde immagini in bianco e nero, scorrono scene dell’Italia creativa [...]
Torna ai contenuti