Il nuovo libro del Prof. Enzo Siviero - InEsergo

Title
Vai ai contenuti
ARTICOLI MENO RECENTI

En attendant l’Absurde… Ma è (di nuovo) qui

Il ciclico ritorno del Teatro dell’Assurdo

Quei giovani ribelli quasi ottantenni

Il tramonto della canzone di protesta nell’era della “nuova normalità”

Lo stagno delle ninfee

Il giorno che Monet precipitò dentro a un suo dipinto

Quasi illeggibile

Un uomo, poco influenzato dal mondo, scelse di possedere solo il presente dei suoi passi. Un altro, troppo influenzato dal mondo, intuisce a modo suo la straniante vastità del presente

La vacuità dell’ indispensabile

Il teatro e la fantasmagoria della modernità

Eterno Don Giovanni

Pulsioni e desideri dietro la maschera del seduttore

Il caso Zanfretta

L’odissea di un uomo sequestrato dal mistero

Siamo fatti di musica

Il valore delle note nel paese dove l’arte è divertimento

Robert Johnson

Le sei corde del diavolo

Il dramma è donna

Antigone e Didone, antiche eroine della modernità

Ponte Morandi: la verità è un anelito a prezzo di costo

Genova vuole credere nella giustizia. Genova vuole rispetto per i suoi morti. Genova chiede la Verità.
01 Maggio 2019 - Attualità

In anteprima esclusiva un estratto del volume monografico di prossima pubblicazione dedicato alla vicenda del Ponte Morandi di Genova

Il nuovo libro del Prof. Enzo Siviero
  
InEsergo.it è un’iniziativa editoriale libera, gratuita, che nasce a Genova da cittadini genovesi. InEsergo.it ha deciso in due occasioni di occuparsi della vicenda del crollo del Ponte Morandi avvenuto, come tutti tristemente ricordano, il 14 agosto 2018. Dapprima in un articolo dal taglio saggistico, dappoi in una sorta di rassegna stampa ragionata, in costante aggiornamento, focalizzata a evidenziare la grande tessitura mediatica ordita sulla vicenda, laddove la narrazione dei fatti soprassedeva su alcuni elementi per marcarne pesantemente altri.
InEsergo.it ha ora l’onore di mostrare in anteprima esclusiva un estratto del libro patrocinato e fortemente voluto dal Prof. Enzo Siviero (uno dei più noti e qualificati esperti mondiali del settore) dedicato monograficamente al Viadotto sul Polcevera, che noi genovesi chiamavamo affettuosamente Il Ponte di Brooklyn. Si tratta di un AA.VV., di prossima pubblicazione, a cui hanno collaborato moltissimi esperti e nomi illustri sia del settore che di competenze limitrofe, che mira a sviscerare ogni aspetto della storia al di là di semplici e frettolose banalizzazioni: in questa anteprima è possibile leggere, tra gli altri, oltre ai contributi dello stesso Enzo Siviero, un ricordo di Riccardo Morandi da parte del figlio Maurizio e la netta presa di posizione di INARCH nella persona del suo vicepresidente Luca Zevi.
Quanto accaduto rappresenta senza ombra di dubbio la più immane tragedia che abbia colpito la Città della Lanterna dai tempi della carneficina della Galleria delle Grazie, in piena Seconda Guerra Mondiale.
Quanto accaduto non dovrà mai più accadere.

Aggiornamento del 17/06/2019.
Integriamo la precedente anteprima con un’ulteriore carrellata di testimonianze di imprescindibile valore storico e culturale da parte di importanti ingegneri e tecnici del settore.

Enzo Siviero
Enzo Siviero (1945) ingegnere civile (Padova 1969) e architetto HC (Bari 2009).
Già professore ordinario di Tecnica delle Costruzioni e docente di Ponti allo IUAV di Venezia. Rettore dell’Università Telematica eCampus (da aprile 2016)
E’ Consultant Professor in Cina alla Tongji University, Shanghai, Adjunct Professor alla Fuzhou University e alla Chang’An University, Xi’An.
Già direttore del Dipartimento di Costruzione dell’Architettura allo IUAV (1994-2008) e vicepresidente vicario del Consiglio Universitario Nazionale (2007-2012)
E' relatore di oltre 750 tesi di laurea molte delle quali hanno ricevuto significativi riconoscimenti nazionali e internazionali.
Dal 1989 dirige la rivista Galileo (ora on-line www.galileomagazine.com) di cui è fondatore.
Ha curato mostre su figure importanti dell’architettura strutturale.
Ha coordinato l’International workshop The World of Bridges nel  2001 e la seconda edizione del convegno Footbridge 2005, IASS nel 2007, Bridgeitaly edizioni 2007-2008-2009 e IABSE nel 2010.
Membro onorario di RMEI (Reséau Méditerranéen des Ecoles d’Ingénieurs) e vicesegretario generale di EAMC (Engineering Association of Mediterranean Countries).
Vicepresidente di SEWC (Structural Engineering World Congress), membro del Board di CMU (Community of Mediterranean Universities).
La sua mostra PONTEGGIANDO-BRIDGING è stata ospitata in decine di sedi dall'Italia all'Europa, dalla Turchia all'India e dalla Cina all'America.
Il suo motto è BRIDGING CULTURES AND SHARING HEARTS come via Mediterranea della Cultura dell'Uomo per l'Uomo.
Con questo spirito, ha promosso la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina e sta ora promuovendo TUNeIT, collegamento stabile fra la Tunisia e la Sicilia e GRALBeIT, collegamento stabile tra Italia e Albania.
Ha creato la serie Liber Amicorum - allegata a Galileo - per raccogliere lettere da amici e colleghi.
Il 20 ottobre 2017 gli è stato attribuito il Premio Europeo Capo Circeo come “poeta dei ponti” nell’ambito “Architettura e Ingegneria prospezioni del tempo e dar forme al futuro”.
Il 28 novembre 2018 è stato nominato socio onorario dell’Accademia Culturale Europea (Organismo a carattere internazionale per lo sviluppo della cultura e l’integrazione tra i popoli)
Torna ai contenuti