Musica - InEsergo

Title
Vai ai contenuti
MUSICA
26 Settembre 2020 - Musica

Lettera aperta alle nuove generazioni a cinquant’anni dalla morte della regina bianca del blues

Chiedi chi era Janis Joplin
 
Hai mai sentito parlare di Janis Joplin?

Beh, sì, probabilmente sì. In caso contrario non sarà difficile farti subito un’idea: basta compiere un giro nel web e su di lei troverai qualsiasi cosa. Leggerai che è stata la più grande voce femminile bianca del blues, che ebbe una vita disperata e piena di eccessi, che è una leggenda. Mi dirai: ma se tutte queste cose sono vere, perché ne ho sentito parlare così poco? Domanda legittima, ma per rispondere dovrei scriverti un’altra lettera. Sai, tante cose sono cambiate dall’epoca di Janis Joplin: il mondo, la musica, forse anche noi. Forse no. Torniamo a Janis.

Lascia stare certi epiteti tipo la “sacerdotessa del rock”: vanno bene per i libri di scuola (ah, a proposito, te ne hanno mai parlato a scuola?) o per raggranellare qualche click. Janis Joplin era una ragazza come ne vedi tante ogni giorno. Forse un po’ meno bella. Grassottella, vestita strana, un po’ da uomo, complessata, piena di brufoli. Pensa che una volta al campus venne addirittura votata come l’uomo più brutto. Capisci quanto sa essere crudele l’essere umano? Poi Janis era texana, di Port Arthur, paesucolo di provincia: sai quelle cittadine piccole dove la gente bisbiglia e mormora? Ecco, un posto sonnacchioso e tanto bigotto, inzuppato d’ipocrisia e conformismo. E c’era questa ragazza così, insofferente alle regole, che aveva strane idee sull’uguaglianza tra bianchi e neri (no, non potevi andare in giro per il Texas all’inizio degli anni ’60 a dire che bianchi e neri erano uguali), che voleva essere libera malgrado fosse una donna (!), che desiderava una vita conforme a ciò in cui credeva e sentiva. Ti sembra poco? [...]
30 Agosto 2020 - Musica

Il tango dei Matia Bazar
L'apocalisse elettropop della musica italiana
Dunque, dove eravamo rimasti? Si sarebbe chiesto, in tutta perplessità, il grande Enzo Tortora. E d’altra parte a fine marzo il premio Nobel Bob Dylan ci avvisò in tutta franchezza: “state al sicuro, state attenti”, mentre con il capolavoro Murder Most Foul stilava la colonna sonora per l’Apocalisse. Euroshima nel 1983 era dietro l’angolo, in maniera certamente diversa da oggi ma solo nella forma più che nella sostanza. Per l’Europa l’aria è greve e irrespirabile, anche di questi tempi. A fine ottobre 1982 l’astrologo francese Jean Guillame annunciava che sarebbe [...]
05 Luglio 2020 - Musica

I giorni del futuro dei Moody Blues
L'epopea del giorno qualunque di un uomo qualunque divenuta leggenda
Mettetevi comodi, spegnete le luci. Tirate le tende. Il giorno sta per cominciare e questo è un viaggio. Il viaggio di un giorno, di un uomo qualunque. Come nell’Ulisse di Joyce ma chiudendo gli occhi, seguendo le note della London Festival Orchestra diretta e arrangiata da Peter Knight. I temi, le melodie dell’opera, sono già tutte qui, in questa introduzione maestosa e spiazzante che le riassume, che le amalgama, lasciando alla grande tavolozza timbrica dell’orchestra il compito di far sgorgare dal nulla la magia, condurci [...]
07  Giugno 2020 - Musica

Io non mi sento italiano
Retrospettiva del capolavoro postumo di Giorgio Gaber a quasi vent'anni di distanza
È il 2003, gennaio. Gaber se n’era andato tre settimane prima, il giorno di Capodanno, sopraffatto dal brutto male con cui combatteva con alterne fortune da un bel po’ di anni. Esce Io non mi sento italiano, attesissimo e invocato disco postumo, completato appena due mesi prima. Qualcuno ipotizza di trovare tra i suoi solchi una sorta di necrologio, di percepire, magari sobriamente, l’alone tetro della morte. La morte del suo coautore naturalmente (il lavoro è scritto a quattro mani col fido Sandro Luporini) [...]
10 Maggio 2020 - Musica

Le Roi Soleil, la Bohemian Rhapsody italiana
Analogie e differenze tra due brani storici del rock internazionale
Nel 1976 i New Trolls ci riprovano. Dopo l’incredibile successo cinque anni prima di Concerto Grosso per i New Trolls, mastodontica e lungimirante operazione di sincretismo tra rock e musica barocca a firma del premio oscar Luis Enriquez Bacalov, ecco spuntare il Concerto Grosso n.2. Questa volta non si tratta di una colonna sonora (nel 1971 il film era “La Vittima Designata” di Maurizio Lucidi) ma di un’opera indipendente, finanziata non da una grossa casa discografica ma da una piccola etichetta fondata dai fratelli [...]
09 Aprile 2020 - Musica

Murder Most Foul
L'elegia di Bob Dylan sull'America di Kennedy, un viatico per l'eternità
“Un saluto ai miei fans e followers con gratitudine per il vostro leale supporto durante tutti questi anni. Questa è una canzone inedita registrata qualche tempo fa che potreste trovare interessante. State al sicuro, state attenti. E che Dio sia con voi”

È il 27 marzo 2020. Bob Dylan così si esprime dalla pagina del suo account Twitter. Murder Most Foul è un fulmine all’improvviso, il passaggio imponderabile di una cometa. Il mondo è alle prese con la pandemia da Covid-19 [...]
29 Maggio 2019 - Musica

Visioni sonore di mondi lontanissimi
Il quartetto svedese Wintergatan, la fantasia al potere e l’utopia del sogno in musica
Avanti, c’è posto. Ma non per tutti. Wintergatan è un mondo in cui magia ed estro si accoppiano, creatività e gioco condividono la stessa dimensione. Ci sono artisti in grado di proiettare nel visibile il mondo interiore, fornendogli consistenza materica, per poi farne dono a chi nella musica ricerchi trasporto emotivo e sogni lucidi. Martin Molin, trentaseienne svedese, è il leader di questo quartetto strabiliante che convoglia visioni di note e ingegneria sonora, danze popolari ed elettronica. La colonna sonora [...]
02 Gennaio 2019 - Musica

Birkin Tree, un viaggio lungo una vita
25 Dicembre 2018 - Musica

Ella Wishes you a Swinging Christmas
18 Settembre 2018 - Musica

Una gravità che porta in cielo

15 Luglio 2018 - Musica

Il portiere alle soglie della notte

12 Aprile 2018 - Musica

Perché i talent show rovinano la musica e come liberarsene
01 Aprile 2018 - Musica

Quando il rock celebra la Pasqua

18 Marzo 2018 - Musica

Stephen Hawking e i Pink Floyd: un binomio inaspettato
18 Febbraio 2018 - Musica

Il CD è morto, evviva il vinile

ARTICOLI MENO RECENTI

Still life, la poesia dell'ultimo abbraccio

Vita e dignità della morte nel capolavoro di Uberto Pasolini

Giordano Bruno, pensieri in fiamme

Mito, modernità e insegnamento di uno dei più grandi intellettuali di tutti i tempi

Autostrade, poteri forti e macelleria sociale

Tra code in autostrada e propaganda, laddove a rimetterci sono sempre i soliti

I giorni del futuro dei Moody Blues

L'epopea del giorno qualunque di un uomo qualunque divenuta leggenda

Lui è tornato
Cinema

Cosa accadrebbe se Hitler fosse nuovamente fra noi?

Divide et impera

Storia e attualità di una strategia manipolativa sempre vincente

Io non mi sento italiano
Musica

Retrospettiva del capolavoro postumo di Giorgio Gaber a quasi vent'anni di distanza

Gustavo Rol, la possibilità dell'impossibile
Storie

Vita e miracoli del più grande esoterista del '900

App immuni e braccialetti vibranti
Attualità

Le magnifiche sorti e progressive del distanziamento sociale

Smoke, l'umanità in bianco e nero di Paul Auster
Cinema

Tutti innocenti quando si sogna

Ponte Morandi: la verità è un anelito a prezzo di costo

Chi scrive non conosce la verità, a differenza della stragrande maggioranza dell’opinione pubblica [...]


Torna ai contenuti