Storie - InEsergo

Title
Vai ai contenuti
STORIE
30 Maggio 2020 - Storie

Vita e miracoli del più grande esoterista del '900

Gustavo Rol, la possibilità dell'impossibile
 
È l’uomo più sconcertante che io abbia incontrato. Sono talmente enormi le sue possibilità, da superare anche l’altrui facoltà di stupirsene (Federico Fellini)

Quell’uomo legge nel pensiero e non possiamo rischiare che i segreti dello Stato francese vengano a conoscenza di estranei (Charles De Gaulle)

Una personalità tra le più sorprendenti del secolo (Alberto Bevilacqua)
 
Gustavo Adolfo Rol è ancora oggi sinonimo di spaventoso potere e insondabile mistero. A quasi ventisei anni dalla morte, l’eco della fenomenologia e dei prodigi che ne costellarono la vita non accenna minimamente a placarsi. Anzi, Rol era stato chiaro: “i miei modesti esperimenti fanno parte della scienza, sono cose che in un futuro tutti gli uomini potranno realizzare”. Certo, appare difficile immaginare che in un futuro prossimo le infinite possibilità manifestate dal più grande sensitivo del ‘900 divengano di appannaggio globale. Telepatia, chiaroveggenza, bilocazione, levitazione, materializzazione e smaterializzazione di oggetti, guarigioni a distanza, telecinesi, plasticità del corpo, viaggi nel tempo, magnetismo sono solo alcuni degli incredibili fenomeni documentati da una pletora incontestabile di testimoni. Uomini di scienza o di modesta estrazione sociale, scettici o possibilisti, non faceva alcuna differenza. Nella sua lunga vita, Rol ebbe a che fare con le più importanti personalità del secolo scorso: da Einstein a Fermi, da Reagan e Dalì a D’Annunzio, Fellini e Papa Pio XII, fino a J.F. Kennedy che venne in Italia una sola volta, appositamente per incontrarlo. Eppure, egli non si considerò né un veggente, né un sensitivo, né un parapsicologo: piuttosto un precursore, dedito continuamente al prossimo (Rol, di buona famiglia, non volle mai ricavare alcun guadagno dalle sue capacità). Si definiva la grondaia che convoglia l’acqua che cade dal tetto: strumento dello “spirito intelligente” [...]
10 Febbraio 2020 - Storie

Max Calderan, la forza dentro
All'inferno e ritorno tra le sabbie del Rub' al-Khali, l'ultimo luogo inesplorato della Terra
Max Calderan ce l’ha fatta. L’esploratore estremo nativo di Portogruaro ha attraversato a piedi il Rub’ al-Khali, il Quarto Vuoto, il secondo più grande deserto di sabbia al mondo. In diciotto giorni (dal 16 gennaio al 2 febbraio) ha coperto una distanza di oltre mille chilometri, solcando l’ultimo luogo rimasto inesplorato su questo pianeta, al centro di antiche leggende, aggirato dagli animali e dai volatili. Un’impresa senza precedenti, che non si limita a riscrivere le cartine geografiche dell’Arabia Saudita con quella che è stata già definita la “Calderan Line”, tracciata [...]
22 Aprile 2019 - Storie

Ancora cinque secondi
Alex Zanardi: vita, crepuscolo e resurrezione di un uomo infinito
Mi vengono attribuite doti che sicuramente io ho, ma che non fanno parte esclusiva del mio repertorio. Fortunatamente. Sennò si partirebbe dal presupposto che Zanardi ce l’ha fatta perché è una specie di Superman e non è assolutamente vero: un sacco di ragazzi hanno fatto cose simili alle mie.

Per carità, non ditegli che è una persona straordinaria. Non fategli domande su come abbia fatto o se possegga qualche segreto inconfessabile. Vi risponderà controvoglia, sminuendosi, virando subito su terreni molto più famigliari: ci vuole passione [...]
11 Aprile 2018 - Storie

La sfera dei Betz
Indagine retrospettiva su una vicenda strabiliante e dimenticata
Florida, 26 marzo 1974. Terry Betz, studente di medicina ventunenne, insieme alla madre Gerri e al padre Antoine, ingegnere della Marina, constatano con comprensibile disappunto i danni provocati da un vasto incendio scatenatosi all’interno della loro proprietà nel Parco di Fort George Island, vicino alla città di Jacksonville. Mentre s’inoltrano tra i resti della boscaglia carbonizzata Terry incappa in una sfera metallica di circa 20 cm di diametro, dalle sembianze di una vecchia palla di cannone ma rivestita d’argento. Intrigato dall’insolito ritrovamento [...]
29 Marzo 2018 - Storie

Carter l'uragano, di fiamme e salvezza
L’incredibile storia di riscatto del pugile Rubin Carter
Ora quei criminali in giacca e cravatta
sono liberi di bere Martini e guardare l’alba,
mentre Rubin siede come Buddha in una cella di tre metri,
un innocente in un inferno vivente
Questa è la storia di Hurricane,
ma non sarà finita finché non riscatteranno il suo nome
e gli ridaranno indietro gli anni che ha perduto.
Lo misero in galera, ma un tempo sarebbe potuto diventare
campione del mondo” ***
16 Marzo 2018 - Storie

Roberto Maini, detto ‘Gola Secca’
La storia di una fiaba. Una fiaba accaduta per davvero
Genova: Stazione Principe; Galleria Mazzini; Piazza Campetto; Ponte Monumentale. L’uomo si aggira tra questi quattro epicentri come fossero gli angoli di un ring immaginario, infossato su un gradino o ciondolando con l’ombrello chiuso come un gentiluomo d’altri tempi. Ha il viso emaciato e lo sguardo vagabondo, il cappotto sgualcito, sventurato come la sua stessa vita. Passo lesto eppure improvvisato, discontinuo nel suo fare delirante; la mendicanza è prossima ma mai lambita: rimangono i panni del fantasma osservatore, come un’ombra [...]
16 Febbraio 2018 - Storie

La storia di Lampo, il cane viaggiatore
Il racconto di una vicenda indimenticabile che ha appassionato moltissime persone in tutto il mondo
Italia, 1953. È estate, fa caldo, e da un treno merci appena giunto alla stazione di campiglia marittima in provincia di Livorno scende un bastardino pezzato di taglia media. Nessuno lo aveva mai visto prima e nessuno sapeva come fosse arrivato lì. E’ l’inizio di una storia incredibile, toccante, che ha appassionato milioni di persone in tutto il mondo raccontata in un libro da Elvio Barlettani, che di mestiere non faceva lo scrittore ma il ferroviere. È la storia di un cane soprannominato Lampo perché comparve all’improvviso nella vita del Barlettani e della figlia Mirna [...]
ARTICOLI MENO RECENTI

Smoke, l'umanità in bianco e nero di Paul Auster
Cinema

Tutti innocenti quando si sogna

Le Roi Soleil, la Bohemian Rhapsody italiana
Musica

Analogie e differenze tra due brani storici del rock internazionale

Le cose da salvare

Viaggio tra le pagine del romanzo vincitore del premio Neri Pozza 2019

Murder Most Faul
Musica

L'elegia di Bob Dylan sull'America di Kennedy, un viatico per l'eternità

E quindi uscimmo a riveder le stelle?
Attualità

Dall’#iorestoacasa all’#andratuttobene. Indagine su una guerra senza bombe

Max Calderan, la forza dentro

All'inferno e ritorno tra le sabbie del Rub' al-Khali, l'ultimo luogo inesplorato della Terra

Il Mostro che non ti aspetti

Tra pandemia virale e genocidio dell'intelletto

Autostrade Vs. Italia

Pillole di cronaca surrealistica

Dispositivi anti-abbandono: una distopia modernistica

Riflessione ad ampio raggio sulle disposizioni della legge 117/2018

Ancora Cinque Secondi

Alex Zanardi: vita, crepuscolo e resurrezione di un uomo infinito

Ponte Morandi: la verità è un anelito a prezzo di costo

Chi scrive non conosce la verità, a differenza della stragrande maggioranza dell’opinione pubblica [...]


Torna ai contenuti