Libri - InEsergo

Title
Vai ai contenuti
ARTICOLI MENO RECENTI

Stevie Ray Vaughan, l’ultimo blues hero

A ritroso nella carriera di uno dei più grandi bluesman della storia

Molte vite, molti maestri

A ritroso tra le vite precedenti, in cerca del significato dell'esistenza

Il culto del Cargo

Storia semiseria a tratti inventata di quanto sia facile essere Dio

Povera Patria

Da Montanelli a Oakeshott: alla ricerca dell'Italia, un paese mai nato

Ritorno agli anni '80

Sulle ali della nostalgia tra musica, sogni e televisione

Mass Diaboli Media

Comprendere la manipolazione divisiva della realtà per salvaguardare il pensiero critico e superare le contrapposizioni

Sai cos'è la meraviglia?

Il viaggio nell'arte (e l'arte nei viaggi) di Stefano Faravelli: maestro di stupore

Quattro Luglio 1999

Quel giorno in cui Martin Palermo mi rubò la ragazza

Giuseppe Tornatore, l'eterna dicotomia tra sogno e illusione

Itinerario prospettico tra alcuni capisaldi del cinema italiano

Ponte Morandi: la verità è un anelito a prezzo di costo

Chi scrive non conosce la verità, a differenza della stragrande maggioranza dell’opinione pubblica [...]
LIBRI
25 Febbraio 2021 - Libri

Il femminismo in età vittoriana
 
Jane Eyre
  
Nel 1847 Charlotte Brontë regala alla cultura letteraria un vero e proprio capolavoro: Jane Eyre, romanzo scritto in forma autobiografica che racconta le travagliate vicende di una giovane orfana vissuta nell’Inghilterra vittoriana. È un’epoca caratterizzata dal maschilismo (che traduce gli atteggiamenti di dominanza in comportamenti di oggettivazione e mercificazione) e da una rigorosa educazione a cui le donne vengono sottoposte fin da bambine, abituate ad attenersi a un unico dogma: “sii bella e stai zitta”.

Lo studio alle donne è concesso, in particolare quello della musica, ma non viene considerato come priorità utile alla realizzazione personale, bensì come uno strumento di cui si usufruisce in maniera superficiale per far breccia nell’interesse di giovani facoltosi pronti per il matrimonio. La donna non pensa, non ne ha il diritto, poiché ogni riflessione, ogni dubbio vengono percepiti come un insulto, come una forma di disobbedienza al conformismo imperante. Ma Jane Eyre insegna che il destino di una donna, se guidata da sentimenti sinceri, è ben più alto e nobile.

Ella è generosa, caritatevole, intelligente e, nonostante l’infanzia infelice e le precarie condizioni economiche, è spinta ad agire per raggiungere il suo sogno più grande: quello di insegnare e di essere indipendente. Dopo aver trascorso gli anni della sua formazione presso il collegio di Lowood, dove ha modo di dedicarsi allo studio di diverse discipline, a diciotto anni viene chiamata a ricoprire il ruolo di istitutirice a Thornfield Hall, presso la tenuta di Mr Rochester: un uomo di quarant’anni, noto per il suo carattere duro e autoritario. Nonostante le apparenze, tra i due si instaura fin da subito un rapporto di reciproca stima e fiducia, dovuta al modo schietto e diretto con cui i due solevano portare avanti le loro conversazioni. [...]
24 Gennaio 2021 - Libri

Molte vite, molti maestri
A ritroso tra le vite precedenti, in cerca del significato dell'esistenza
“L’inconscio ci comunica coi sogni
Frammenti di verità sepolte
Quando fui donna o prete di campagna
Un mercenario o un padre di famiglia”
Franco Battiato, Caffè de la paix

Da una parte Brian Weiss, stimato psichiatra, professore associato alla facoltà di medicina e primario al Mount Sinai Medical Center di Miami, grande ospedale collegato all’università. È il 1980 e il trentaseienne Weiss gode di una notevole rinomanza presso il mondo scientifico, con all’attivo già diverse decine di pubblicazioni scientifiche. Dall’altra Catherine, giovane ragazza di ventisette anni in preda ad attacchi di panico, fobie e ansie, sintomi presenti sin dall’infanzia ma molto peggiorati nei mesi precedenti all’incontro [...]
06 Dicembre 2020 - Libri

Il paradigma della menzogna
L’arte di mentire a se stessi e agli altri secondo lo psicoterapeuta aretino Giorgio Nardone
“Il falso è quello che credono tutti
è il racconto mascherato dei fatti
il falso è misterioso
e assai più oscuro
se è mescolato
insieme a un po' di vero
il falso è un trucco
un trucco stupendo
per non farci capire
questo nostro mondo”
Giorgio Gaber, Il tutto è falso

La menzogna, il trucco, l’inganno. Dove finisce il Vero per innescarsi il Falso? Domanda che affanna l’etica e la filosofia dall’inizio del mondo. Per Oscar Wilde la falsità sta alla base dei rapporti interpersonali; Immanuel Kant la ritiene invece un abominio [...]
03 Maggio 2020 - Libri

Le cose da salvare
Viaggio tra le pagine del romanzo vincitore del premio Neri Pozza 2019
Quali sono le cose da salvare? È una domanda che i nostri nonni devono essersi posti decine di volte, almeno a ogni strepito di sirena, quando il tempo di guerra necessitava vitale accettazione a lasciarsi tutto alle spalle in pochi minuti e a fuggire nelle gallerie, con la concreta possibilità che esaurita l’umana aberrazione della propria casa non restasse più nulla. A Genova quel 14 agosto 2018 fu come una guerra, come un bombardamento. I primi soccorritori parlarono di scenario apocalittico. Chi scrive non riuscì a incrociare con gli occhi quella linea d’orizzonte interrotta per molto, molto tempo. La medesima domanda si dispiegò anche tra gli sfollati di Via Porro, costretti ad abbandonare definitivamente le proprie abitazioni dopo qualche furtiva incursione, mai rispettosamente solitaria [...]
Torna ai contenuti